COMUNICATO STAMPA "Intitolazione piazza al Prof. Danilo Orlandi":

Bene ha fatto l’Associazione culturale “Cecchi Pandolfini” a caldeggiare l’iniziativa di Mario Taiuti e Piero Mori per titolare una Via od una Piazza al Prof. Danilo Orlandi. Ed ha fatto bene a ricordare che l’Amministrazione comunale ha recepito la detta iniziativa ed individuato, nella “Piazzetta del ricovero”, il luogo adatto allo scopo. E ne siamo sinceramente soddisfatti.

Preme ricordare, ad onor del vero, che il Circolo Rosselli, molto si è impegnato per ricordarne il Prof. Orlandi, per evitare che finisse nell’oblio, in questo mondo un po’ distratto, non solo la sua vasta e profonda cultura, ma anche la sua sensibilità, la sua attenzione verso le problematiche civili e sociali.

Forte era la stima, la rispettosa amicizia consolidata nel tempo tra il Circolo ed il Professore, significativo il rapporto che alcuni componenti del direttivo avevano con lui, gelosamente conservato sin dall’età scolastica; continui erano gli incontri, gli scambi di opinione, i pareri sulle varie attività.

E, per noi del Circolo, è stata logica conseguenza, sin da subito la sua scomparsa, proporre all’Amministrazione comunale, di titolargli uno spazio all’interno della Biblioteca o di Palazzo Moroni, quando Palazzo Moroni era ancora in fase di ristrutturazione, per costudirvi, in accordo con la famiglia, l’archivio delle sue carte, dei suoi appunti. Impedimenti vari e intoppi burocratici dell’epoca non consentirono di farlo.

Non per questo venne meno l’impegno, tant’è che nel tempo diverse sono state le iniziative del Circolo per ricordarne la figura:

1) - intanto si convenne che diversi brani, tratti dai suoi scritti storico-culturali, fossero riportati nel sito ufficiale del Circolo Rosselli;

2) - si è caldeggiato la ristampa del libro “la Versilia nel Risorgimento”, che il Professore scrisse nel 1976, ristampa avvenuta a cura della Banca di Credito Cooperativo nel 2011, cui fece seguito un convegno, organizzato dal Circolo, sotto la guida del Prof. Zeffiro Ciuffoletti, dell’Università di Firenze;

3) - si è provveduto, nel 2014, alla ristampa del libro “La Madonna del Sole” che il professore scrisse nell’anno 1968 e, nel 2015, alla ristampa del libro sulla storia dell’Ospedale di Pietrasanta , nel centenario della sua apertura -.(1865/1965), scritto dal Professore nel 1965, arricchito con il volume L’Ospedale Civile “P. Lucchesi”- Gli ultimi anni della sua autonomia-, (1966/1980),a cura di Nullo Viti, storico “segretario dell’Ospedale” e socio onorario del Circolo, con la collaborazione di Giovanni Mariani. Si voleva, tra l’altro, porre l’attenzione sul come, nel passato, si era inteso amministrare la sanità pubblica e sui gravi pericoli che oggi incombevano sulla stessa;

4) - si è riproposto, in questi ultimi mesi, il libro “I Francescani a Pietrasanta”, storia dell’arrivo dei Frati Francescani a Pietrasanta, scritto dal Professore nel 2001;

5) - si è istituito, nel 2018, in collaborazione con l’Università di Firenze, una borsa di studio per una tesi di laurea sulla “catalogazione” dell’archivio del Prof. Orlandi, che la Famiglia ha voluto donare al Circolo; viva soddisfazione per la giovane laureanda che ha elaborato la tesi, che ha conseguito, nell’aprile scorso, la votazione di 110 con lode e menzione.

A coronamento del nostro lungo, costante impegno ed a seguito dei recenti incontri avuti con l’Amministrazione comunale, l’assessore alla cultura ed il funzionario del Centro Culturale “L. Russo”, si è definito come sistemare tutto il materiale “Orlandi”, ora ordinato e catalogato con cura. Sarà conservato in una sala della Biblioteca comunale, facilmente consultabile da tutti coloro che desiderano farlo.

La cerimonia di donazione dal Circolo al Comune, alla presenza della Famiglia Orlandi, avverrà entro la fine di settembre del corrente anno.

Circolo Culturale F.lli Rosselli
Il Consiglio Direttivo

Galleria Foto


Warning: mysql_num_rows(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.rossellipietrasanta.com/home/notizia.php on line 72